Gestire al meglio il proprio ruolo e sviluppare qualità relazionale

WORKSHOP

ego

29-30 ottobre 2020

Prendersi cura dello sviluppo del proprio ruolo e potenziare le proprie capacità di sviluppare qualità relazionale intorno a sé sono due fattori chiave per il proprio successo e per quello dell’organizzazione per la quale si lavora e mai sono stati così importanti come in questi momenti di incertezza, volatilità e richiesta di flessibilità;  un’occasione unica per riassaporare il gusto del miglioramento continuo, del mettersi in gioco nell’incontro con l’altro e sviluppare un’elevata qualità relazionale intorno a sè.

Obiettivi di questo workshop

Questo percorso intende sviluppare nei partecipanti maggiore consapevolezza e competenza nel:

  • gestire il proprio ruolo, sviluppare al meglio i propri talenti, prendersi la responsabilità e la guida del proprio cammino di crescita, porre attenzione all’autoefficacia, all’incisività dell’utilizzo del proprio potenziale;
  • creare e mantenere nel giorno per giorno relazioni di qualità, solide e positive, con i propri stakeholder: il capo diretto ed i superiori, i colleghi, i clienti, i potenziali clienti, la società civile, le istituzioni di riferimento;
  • avere una visione più ampia, influenzare positivamente il contesto e facilitare il raggiungimento di obiettivi comuni;
  • migliorare l’efficacia della propria comunicazione, essere proattivi, propositivi, protagonisti dei processi aziendali di diffusione e condivisione di know-how e informazioni, lavorare meglio con gli altri e in team.

 

Contenuti principali 

I principali temi che vengono affrontati nell’ambito del workshop sopra indicato sono:

  • Analisi organizzativa, strategica e dinamica del proprio ruolo
  • Subire, gestire o creare gli eventi: dalla reattività alla proattività
  • Cambiamenti chiave, interpretazione ed evoluzione del proprio ruolo
  • Esplorazione ed analisi del contesto: i miei stakeholders principali
  • Qualità relazionale, benessere personale, successo nel ruolo
  • Come incidere con stakeholder critici e problemi complessi
  • Processi percettivi e comunicativi interpersonali
  • Messa a fuoco del proprio stile personale d’azione nel lavoro con gli altri
  • Come lavorare insieme agli altri per ottenere risultati speciali
  • Ascolto attivo e feedback
  • Gestire le diversità: confronto o conflitto ?
  • Leader di se stessi: guidare il cammino della propria crescita
  • Analisi del proprio approccio all’efficacia personale e alla gestione delle proprie risorse
  • il ciclo di sviluppo dell’efficacia personale: obiettivo, percorso, azione e valutazione
  • Mettere a fuoco i propri punti forti e le proprie aree di miglioramento
  • Costruzione di una guideline per sviluppare relazioni di alta qualità attorno a sé
  • Costruzione di un piano personale di sviluppo.

 

Metodologia utilizzata

Lo svolgimento dei workshop sopra descritti prevede l’utilizzo di una formazione attivante basata sul metodo Matrix®, un apprendimento dall’esperienza che prevede un alternarsi di:

  • spunti teorici e modelli interpretativi illustrati con sussidi visivi, filmati e schede-guida
  • esercitazioni in situazione, role-play videoregistrati, simulazioni, lavori di gruppo e/o di coppia
  • videoregistrazioni delle esercitazioni principali
  • osservazione delle esercitazioni videoregistrate guidata da schede e check-list di controllo
  • rielaborazione individuale e di gruppo dei comportamenti agiti e rivisitati mediante l’osservazione dei filmati videoregistrati
  • confronto sulle proprie esperienze lavorative reali ed estrazione da esse di linee guida per una maggiore efficacia
  • conclusioni e sintesi di mappe cognitive, modelli di riferimento, guide all’azione.

Grande importanza per un’efficace realizzazione di questi tipi d’interventi formativi viene posta nel clima che si viene a creare. Passo dopo passo, lo spazio d’aula, infatti, diviene un “laboratorio”, una “palestra” a disposizione dei partecipanti, uno spazio protetto in cui allenarsi per poter sperimentare comportamenti comunicativi più efficaci.

Le esercitazioni utilizzate prevedono: una parte di guida-preparazione, alcune schede di supporto, check-list per facilitarne-ampliarne l’osservazione.

Ogni situazione è caratterizzata da un feedback diretto che viene dato ai partecipanti dal gruppo stesso e dal trainer.

 

Partecipanti

Tutti; il potenziamento nella gestione del proprio ruolo è un ingrediente indispensabile per il successo  di ciascuno di noi, un passaggio ad un modo di pensare fondamentale per poter crescere nel proprio contesto;  in particolare modo le persone che vogliono prendersi in mano per la prima volta il proprio sviluppo lavorativo o che si trovano a dover riprogettare per mille motivi il proprio futuro.

Durata

Il workshop si articola in due giornate di lavoro; la prima inizia alle 10.30 e termina alle 18.30; la seconda sessione inizia alle 9.00 e termina alle 17.00.

Docente

Il docente del corso è il prof. Marco Rotondiingegnere e psicologo, presidente IEN. (Per maggiori informazioni cliccare qui).

Bibliografia per approfondire

  • Costruirsi un percorso per il proprio empowerment, Rotondi M., Neurosystemics n° 9, 2017.
  • Cinque segreti per una mente imbattibile, intervista a Rotondi M. di Tiziana Tripepi in Millionaire n° 5, maggio 2012.
  • Il lavoro come flusso di conoscenza, Rotondi M., in “Wellness Organizzativo”di Passerini W. e Rotondi M., FrancoAngeli, 2010.
  • Leader di se stessi, Rotondi M., in “Obama leadership. Cosa possiamo imparare come manager e come persone” di Mioni F. e Rotondi M., FrancoAngeli, 2009.
  • Apprendimento emotivo, Rotondi M., in “Emozioni e apprendimento” di Rotondi M. e Spaltro E., FOR n° 52, 2002.
  • Neurosistemica: la ricerca di efficaci equilibri tra persona e impresa, McGill M. e Rotondi M., Job Training, n° 5, 1993.

 

E’ POSSIBILE ISCRIVERSI ENTRO IL  8 ottobre ALLE ORE 12.00

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione è di 500 €.